Secondo anno

Secondo anno

L'esperienza formativa della performance rimane il filo conduttore del nostro secondo anno nel quale ci saranno per due restituzioni al pubblico. Una lettura interpretata a metà percorso e uno spettacolo a fine del percorso didattico. 

Dopo il lavoro introduttivo della prima annualità, nel secondo anno si prosegue l’attività di formazione con un approfondimento a tutto tondo dell’esperienza teatrale e della didattica con lo sviluppo personalizzato di sistemi e metodi.

Verranno approfondite le materie svolte nel primo anno e verranno introdotte nuove discipline. Inoltre si cercherà di proporre corsi e seminari con docenti esterni.

MATERIE SECONDO ANNO:


Dal rito al teatro, antropologia della performance

con Raffaello Malesci - Analisi del fenomeno interpretativo nel teatro e nella vita quotidiana. Utilizzo dell'interpretazione per il lavoro dell'attore, la sua consapevolezza e la capacità di analisi e costruzione drammatica autonoma. 

Analisi e interpretazione del testo letterario

con Isabella Fossati - Il testo e la sua funzione di veicolo drammatico a supporto dell'interpretazione. L'analisi e la comprensione ai fini dello sviluppo di una performance autonoma e originale.

Fisiologia della fonazione

con Stefano Maccarinelli - Introduzione alla fisiologia dell’apparato fonatorio per raggiungere un controllo cosciente del lavoro muscolare connesso all’emissione sonora. Approfondimento del coinvolgimento addominale nella fonazione e del rapporto tronco, testa e collo nell’emissione sonora.
Sviluppo della padronanza e competenza sulle proprie qualità vocali. 

La voce e il suo doppio

con Danilo Furnari - Analisi dei blocchi emotivi per il miglioramento della fonazione e dell’utilizzo della voce. Miglioramento dell’articolazione attraverso una focalizzazione sulla comunicazione di concetti chiari e ragionati. Sviluppo di una memoria emotiva a supporto dell’espressione vocale e della recitazione. Esercizi pratici di evoluzione timbrica e sonora a partire da un testo poetico. 

Espressività corporea

con Celestina Cigala Evian - L'espressione corporea è un linguaggio non verbale che prova a dimostrare stati, emozioni, pensieri, sentimenti, valori e ogni elemento che costituisce la cultura della persona. Il linguaggio mimico-gestuale è l’elemento portante. Le attività motorie espressive aiutano a sperimentare il legame esistente tra immagine del corpo, movimento e risposta emozionale.  Un maggiore controllo delle varie parti del corpo si traduce in una nozione più precisa della struttura corporea e quindi una migliore immagine di sé. Questa conoscenza permette di convogliare e manifestare le emozioni attraverso i movimenti.  La “ricerca” dei gesti e non alla loro imitazione aiuta a valorizzare la propria espressività, che dipende dal proprio vissuto. Si scopre, inoltre, che la comunicazione non verbale quasi sempre supporta il significato della parola.

Pratica di trucco teatrale

con Luca Miotto - Cenni di storia del trucco teatrale, prodotti (scelta e corretto utilizzo), tecniche per un efficace trucco teatrale base, invecchiante e ringiovanente.